Le attività di Agen.Ter.

AGEN.TER., Ente gestore del:

  • Museo Archeologico Ambientale
  • Museo del Cielo e della Terra
  • Macchina a vapore – Museo Franco Risi
  • Museo della Pace “G. Mattioli”
  • Museo dei burattini “Leo Preti”

offre un’ampia e consolidata proposta didattica e formativa, oltre a numerose attività dedicate ad un pubblico adulto e a famiglie, corsi di approfondimento e di aggiornamento per docenti, consulenze specialistiche con utilizzo di attrezzature e strumentazioni scientifiche e tanto altro ancora.

I musei hanno sviluppato numerosi sinergismi con il territorio regionale attraverso percorsi mirati alla valorizzazione e alla fruizione di determinate peculiarità dei territori comprendendo aspetti culturali, storico-archeologici, artistici, naturalistici, enogastronomici, astronomici con l’ausilio di moderne tecnologie.

👉 SEGRETERIA UNICA dei MUSEI: tel. 051-6871757 – e-mail: segreteria@agenter.it

PER CONOSCERE L’OFFERTA DIDATTICA ED I LABORATORI: clicca qui

Museo Archeologico Ambientale

Museo costituito da poli e sezioni museali tematiche e di diversa cronologia che formano una rete diffusa sul territorio dei Comuni di Terred’Acqua. La rete è composta attualmente dalle sedi di:

Le sedi del Museo Archeologico Ambientale sono state riconosciute come sedi di “Museo di qualità” da IBC – Regione Emilia Romagna dal 2010.

Agen.Ter., in qualità di ente gestore del Museo Archeologico Ambientale, coordina, gestisce e si occupa di diversi ambiti di attività e servizi.

Vai al sito del Museo Archeologico Ambientale: www.museoarcheologicoambientale.it

Museo del Cielo e della Terra

Il Museo del Cielo e della Terra è nato con finalità di conservazione, ricerca, didattica e divulgazione delle scienze naturali ed esatte ed è improntato al principio di assicurare la valorizzazione dei materiali nei contesti di appartenenza. Il Museo del Cielo e della Terra si articola nelle seguenti sezioni:

Le sedi del Museo del Cielo e della Terra sono state riconosciute come sedi di “Museo di qualità” da IBC – Regione Emilia Romagna dal 2011.

Vai al sito del Museo del Cielo e della Terra: www.museocieloeterra.org

Macchina a vapore – Museo Franco Risi

Sito nella campagna di San Giovanni in Persiceto, il Museo conserva ed espone alcune delle affascinanti macchine di valore storico che hanno dato il via alla rivoluzione industriale, ottimamente restaurate dall’artigiano meccanico Franco Risi che, dal 1980, ha iniziato a collezionare locomotive acquistandole sia in Italia che all’estero. L’esposizione è costituita da motori fissi, locomobili e locomotive stradali databili tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, che venivano impiegati prevalentemente nel settore della meccanizzazione agricola ed in particolare per la trebbiatura del grano, l’aratura del terreno e la bonifica di terre paludose.

Il Museo si trova in via Biancolina n. 4, San Giovanni in Persiceto (BO)

Vai al sito del Macchina a vapore – Museo Franco Risi: www.museocieloeterra.org

Museo della Pace “G. Mattioli”

Inaugurato nel 2017, dopo essere stato gravemente danneggiato dagli eventi sismici del maggio 2012, il Museo è oggi rinnovato nell’assetto e nelle dotazioni con una raccolta di reperti della Prima Guerra Mondiale, donata al Comune dal collezionista Guido Mattioli, che li recuperò nella zona del Carso con grande passione su uno dei teatri dei più cruenti scontri della Grande Guerra.

Non si tratta della comune raccolta sistematica di un appassionato di cimeli, ma del risultato di una ricerca durata dieci anni, dal 1959 al 1969; da qui si è formato un patrimonio di reperti bellici e di oggetti di vita quotidiana, come foto di caduti, lettere e tanto altro che vengono mostrati nelle vetrine del Museo con l’obiettivo di far comprendere la tragedia del vivere e del morire quotidiano dei combattenti e far riflettere sull’importanza della pace.

Il Museo si trova in via Candia n. 385a Crevalcore (BO)

Museo dei Burattini “Leo Preti”

All’interno del “museo più piccolo del mondo”, il visitatore – in pochi metri quadrati – può immergersi nel mondo magico dei burattini, ammirando il teatrino originale di Leo Preti, i preziosi fondali dipinti a mano dallo scenografo Otello Giovanoli e dal burattinaio ferrarese Ernesto Palamede Testelli, i copioni e i manoscritti, gli oggetti di scena e naturalmente tanti burattini… a cominciare dall’immancabile Famiglia Pavironica (Sandrone, Pulonia e Sgorghìguelo), che fa bella mostra di sé nelle teche illuminate.

Il museo raccoglie un centinaio di maschere, diavoli, animali, maghi, streghe, fate e gentildonne, prodotti dal burattinaio crevalcorese Leo Preti, oltre a una ricca collezione di fondali, testimonanianza di una tradizione radicata nella Pianura bolognese legata alla commedia dell’arte.

Il Museo si trova in via della Rocca 2, c/o Porta Bologna, Crevalcore (BO)